POESIE DI ROBERTO ZECCHINI

Gènta dal Funtanèle

 

Vuiélt che a vni da fura,

che a si in vilegiatura

dè un’uciéda ma stal persèune,

guardèla bèn

la génta dal Funtanèle.

I a tót lavurè cumè i sumar,

l’e génta sincéra, sla facia pulida;

iché ad vagabónd un ci n’è mènga!

Tót i a fat la su pèrta

e adés is aspéta da fè

una vciaia tranquéla.

E arcurdèv tót vuiélt:

che a sém Italièn

l’è véra,

che a sém Rumagnul

l’è véra,

che a sém Arciunés

l’è anchè véra,

mó pió ad tót

nèun a sém dal Funtanèle.

 

Mi mi amigh

 

La génta la dis

che un sta bèn

manifestè i pròpie santmint,

un è dignitós, e pó ……

un è ròba per l’òm vér.

…… ma mé

un m’impòrta pròpria gnint,

mé an véd l’óra

da arvédve ancóra.

“Gente delle Fontanelle”

 

Voialtri che venite da fuori,

che siete in villeggiatura

date un’occhiata a queste persone,

guardatela bene

la gente delle Fontanelle.

Hanno tutti lavorato come somari,

è gente sincera, con la faccia pulita;

qui di vagabondi non ce n’è mica!

Tutti hanno fatto la loro parte

e adesso si aspettano di fare

una vecchiaia serena.

E ricordate voi tutti:

che siamo Italiani

è vero,

che siamo Romagnoli

è vero,

che siamo Riccionesi

è anche vero,

ma noi soprattutto

siamo delle Fontanelle.

 

Ai miei amici

 

La gente dice

che non sta bene

mostrare i propri sentimenti,

non è dignitoso, e poi ……

non si addice ad un vero uomo.

…… a me

non m’importa proprio niente,

io non vedo l’ora

di vedervi ancora.

CERIMONIA DI CONSEGNA DEL TROFEO PER IL CORSO DI CUCINA ORGANIZZATO NEL 2006

LA FOTO SI RIFERISCE ALL'ANNO 2006, QUANDO ROBERTO ZECCHINI E SUA MOGLIE GIOVANNA, RICEVETTERO DALLE MANI DELL'ALLORA SINDACO DI RICCIONE, UN TROFEO, PER IL CORSO DI CUCINA ORGANIZZATO ALL'INTERNO DEL NOSTRO CENTRO. IL CORSO DI CUCINA,  EBBE UNA GRANDE PARTECIPAZIONE DI PUBBLICO, ENTUSIASTA DI POTER APPRENDERE NUOVO METODI PER CREARE PIATTI, CON LA STESSA PASSIONE MESSA DA ROBERTO E LA SUA CONSORTE.

ZENTA DAL FUNTANELE 1

CON QUESTA NUOVA PAGINA, VOGLIAMO INNANZITUTTO FARE RICORDARE ALLA GENTE CHE  FONTANELLE NON E' UN QUARTIERE DORMITORIO, MA ANZI UNA FUCINA DI TALENTI RIMASTI INESPRESSI QUASI SEMPRE PER COLPA DEI PREGIUDIZI DELLE PERSONE ABITANTI NEGLI ALTRI QUARTIERI NON PERIFERICI. OLTRE A CIO', VOGLIAMO RICORDARE UN AMICO CHE E' VENUTO A MANCARE E, CHE E' L'IDEATORE DI QUESTA OPERA DIALETTALE DI PRIMISSIMO ORDINE: ROBERTO ZECCHINI. DI SEGUITO AVREMO ANCHE UNA SCHEDA MEGLIO RAPPRESENTATIVA DEL PERSONAGGIO.